Benvenuti nel MAPPA Lab!

MAPPA Lab

Metodologie Digitali Applicate all’Archeologia

Il laboratorio MAPPA sviluppa Metodologie digitali APPlicate all’Archeologia all’interno del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell’Università di Pisa. Si occupa tra le altre cose di Open Data, Data Analysis, Artificial Intelligence e GIS.

Metodologia della ricerca archeologica e archeologia digitale

L’archeologia è una disciplina intrinsecamente digitale, non solo perché fa ampio uso di tecnologia informatica, ma perché, più radicalmente e a differenza di altre discipline, opera dal basso verso l’alto, costruendo la sua interpretazione a partire da frammenti del passato (più o meno recente) piuttosto che partendo dal tutto. Teoria, metodologia sul campo e digitale sono i tre perni dell’archeologia. Acquisizione, raccolta, conservazione, analisi, interpretazione e accesso dei dati sono l’essenza dell’archeologia con tutti i suoi annessi epistemologici ed ermeneutici.

Archeologia contemporanea

Lo studio del mondo contemporaneo tramite il metodo archeologico nasce già alla fine degli anni settanta e i primi anni ottanta, concentrando il dibattito sull’idea che l’archeologia debba indagare i fenomeni della “nostra” società contemporanea, distaccandosi dalla visione etnoarcheologica tesa a costruire modelli utili all’interpretazione e alla comprensione delle società antiche. E’ tuttavia negli anni duemila che è sancita formalmente la nascita della disciplina: la società contemporanea diventa l’oggetto della ricerca.

Archeologia ambientale

L’approccio orizzontale allo studio delle comunità umane e delle loro relazioni con i non-umani all’interno delle nicchie ecologiche costituisce l’essenza dell’archeologia ambientale. Radicata nella cornice teorica dell’ecologia politica, l’archeologia ambientale si basa sull’analisi combinata e diacronica di proxies ambientali che permettono di definire le relazioni che intercorrono tra i vari
agenti nei sistemi ecologici.

Open Data archeologici

In una disciplina basata su metodi distruttivi, la mancanza di condivisione delle informazioni non solo inibisce la ricerca, ma rappresenta anche una perdita di insostituibile conoscenza culturale e storica. Il Laboratorio MAPPA da sempre abbraccia la filosofia Open e vanta la creazione del MOD, il primo repository Open-Data italiano.
Vai al MOD

Progetti

Il Laboratorio MAPPA promuove e coordina progetti interdisciplinari in ambito nazionale e internazionale. Un team di specialisti, coadiuvato da ricercatori e professionisti di altre discipline, conduce progetti fortemente innovativi che spaziano dalle analisi spaziali, alla Digital Archaeology fino ai Big Data e all’applicazione di sistemi di deep learning all’archeologia. 
Vai ai Progetti

Registrazione, gestione e analisi matematica dei dati archeologici

Analizzare le trasformazioni dei territori nel corso dei secoli incrociando la fonte archeologica, quella storica, quella geologica e geomorfologica. Comprendere l’organizzazione spaziale e la zonizzazione delle città storiche che sono andate sovrapponendosi nel tempo e che oggi risultano sepolte o solo parzialmente visibili, per creare, attraverso l’utilizzo di strumenti GIS e processi di analisi numerica, carte predittive del potenziale archeologico. Approcci interdisciplinari per la valutazione del potenziale archeologico: il laboratorio MAPPA ha una grande tradizione di ricerca nell’archiviazione e categorizzazione dei dati archeologici, fino alla loro analisi attraverso strumenti GIS e metodi matematico/statistici, finalizzata al calcolo predittivo del potenziale archeologico.

Big Data archeologici

I Big Data permettono di apprendere cose che non siamo in grado di comprendere utilizzando piccole quantità di dati, grazie alle potenzialità offerte da software, hardware e algoritmi. Il loro utilizzo richiede un nuovo approccio archeologico: gestire grandi quantità di dati, accettare la complessità, passare dalla causalità alla correlazione. I Big Data informano, espongono schemi per l’interpretazione archeologica, sono una risorsa e uno strumento: data mining, text mining, data visualization, metodi quantitativi, elaborazione di immagini, ecc. aiutano a comprendere complesse informazioni archeologiche. I Big Data aprono nuove e inedite opportunità di lettura dei grandi fenomeni storici, permettendoci di ristabilire il ruolo sociale dell’archeologia.

Comunicazione, disseminazione e didattica dei dati archeologici

Il MAPPA Lab pone da sempre grande attenzione alla progettazione e alla comunicazione del proprio lavoro, attivandosi per cercare strategie che raggiungano segmenti di pubblico differenziati con modalità che agevolino la comprensione dei concetti scientifici e incentivino la collaborazione con ricercatori esterni al laboratorio. Grazie all’utilizzo di canali e strumenti di comunicazione differenti, e alla collaborazione con professionisti di vari settori, il MAPPALab costruisce all’interno di ciascun progetto piani dedicati alla comunicazione e alla disseminazione.

Valutazioni

Il laboratorio MAPPA garantisce una solida esperienza nell’elaborazione di Valutazione di Impatto ARCHeologico (VIArch), effettuate tramite l’approccio integrato di metodologie e tecniche archeologiche: dalle ricerche bibliografiche e di archivio alla aereofotointerpretazione, dalle letture stratigrafiche alle analisi con software GIS.
Vai alle Valutazioni
News ed eventi

Nerone Night Experience

Una passeggiata notturna con videoproiezioni per scoprire la Pisa etrusca e romana con un itinerario inedito che tocca angoli della città mai visti prima. Acquario della Memoria, in collaborazione con MAPPALab – UNIPI, propone "Nerone Night Experience" un nuovo...

leggi tutto

E’ uscito il quarto episodio di Loading ISOLA

Quarto episodio del racconto del progetto speciale di didattica "ISOLA (Indagare le Storie globali degli Oggetti quotidiani a LAmpedusa)" promosso dalle cattedre di Metodologia della Ricerca Archeologica, Antropologia Culturale e Ripresa del Dipartimento di Civiltà e...

leggi tutto

Ecco il terzo episodio di Loading ISOLA

Terzo episodio del racconto del progetto speciale di didattica "ISOLA (Indagare le Storie globali degli Oggetti quotidiani a LAmpedusa)" promosso dalle cattedre di Metodologia della Ricerca Archeologica e Antropologia Culturale dell’Università di Pisa, Dipartimento di...

leggi tutto

Avanti tutta con il progetto MAGOH!

Continua il popolamento del nuovo applicativo MAPPA e continua a colorarsi la mappa dei comuni interessati dal progetto sul territorio toscano. Il team del MAPPALab è tutto a lavoro e sono già oltre 1300 i nuovi interventi inseriti. Per saperne di più visita la pagina...

leggi tutto
Laboratorio MAPPA – Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere Università di Pisa

Licenza Creative Commons

X